Niente avviene mai per caso…

Pubblicato il Pubblicato in DIARIO

Poco più di un anno fa, ricevetti una telefonata di Fernando, nella quale mi chiedeva un incontro per parlarmi di un progetto. Ci incontrammo in un bar del mio paese e mi illustrò il progetto al quale stavano lavorando lui ed Erica. Fu in quel momento che Roberto Assagioli entrò a far parte della mia vita. L’entusiasmo e la grande devozione che scaturivano dalle parole di Fernando, abbinate alla mia grande curiosità, fece sì che Roberto Assagioli e la Psicosintesi entrassero a far parte della mia vita. Sono una profana della Psicosintesi ed ammetto che fino a quel giorno non avevo mai sentito parlare di Roberto Assagioli, ma nel momento che Fernando mi chiese di collaborare con loro alla lavorazione del film/documentario, la mia vita è cambiata radicalmente. Ovviamente ho accettato subito la collaborazione che mi stavano proponendo, perché sapevo e sentivo che sarei andata incontro ad un profondo cambiamento positivo, sia per quanto riguardava la parte lavorativa, ma anche e soprattutto per la mia interiorità. Finalmente ho potuto fare il mio lavoro insieme a persone che sanno cosa sia il rispetto, la meritocrazia, la dedizione e l’amicizia. Ho avuto l’immensa fortuna di aver potuto incontrare e parlare con molte persone e di informarmi riguardo la Psicosintesi. Ho ascoltato e visto interviste fatte da Erica e Fernando e da tutto questo ho potuto veramente scoprire tante cose che hanno cambiato il mio “IO” interiore e la visione che avevo della vita. Avrò ancora tanto da leggere, da studiare, da mettere in pratica riguardo la Psicosintesi, ma posso veramente dire che, in un momento molto difficile e duro della mia vita, ho avuto accanto la figura di Roberto Assagioli, che come un padre ha sempre saputo darmi un consiglio su come affrontare al meglio tutte le cose. Per tutti questi motivi, non ci sono parole sufficientemente adatte, nel ringraziare Erica e Fernando, che con la loro immensa umanità, professionalità, con il loro rispetto nel lavoro, con la loro determinazione, hanno fatto sì che io potessi essere parte integrante di questa grande macchina che è stata la realizzazione del film/documentario “Roberto Assagioli: lo scienziato dello spirito”.

Una delle cose meravigliose della FEZ Film di Erica e Fernando, è di aver sempre più voglia di lavorare alla realizzazione di film/documentari che facciano conoscere personaggi italiani e stranieri che hanno contribuito al beneficio e all’evoluzione dell’umanità.

E proprio grazie a tutto ciò che di magico sta avvenendo intorno al film su Roberto Assagioli, e ipotizzando con loro dei molti personaggi di cui si potrebbe parlare e dai quali trarre insegnamento attraverso la realizzazione di progetti, domenica scorsa sono salita in macchina ed ho iniziato a guidare, come richiamata da un luogo preciso. Sono arrivata in Val d’Orcia, più precisamente a La Foce, dove ha vissuto la marchesa Iris Origo. Una donna straordinaria, definita “la benefattrice della Val d’Orcia”, biografa e storica anglo-americana di fama internazionale, che sposatasi con Antonio Origo, si trasferisce insieme a lui nella tenuta La Foce. Luogo in stato di grande abbandono, persino privo di una strada di accesso, ma attraverso una gran mole di duro lavoro, cure ed attenzione, riescono non solo a trasformare la villa ma anche a dare una solida organizzazione all’azienda agricola, che conta 1.400 ettari di terreno e 57 poderi affidati a coloni a mezzadria.

E mentre stavo visitando il piccolo cimitero della villa, ho incontrato un gentilissimo signore, con il quale mi sono fermata a parlare per un paio d’ore. Mi ha raccontato di essere nato e vissuto in uno di questi poderi, di come si svolgesse la vita in Val d’Orcia, di chi fosse e come fosse la marchesa Origo, quella donna che aiutò tanti bambini profughi durante la seconda guerra mondiale, che costruì le scuole in una zona rurale per poter insegnare a tutti almeno a leggere e scrivere, che costruì un ambulatorio affinché tutte le persone che lavoravano la terra potessero usufruirne in qualsiasi momento. Ho bevuto dalle sue parole, mi sono dissetata di una mia curiosità personale e della quale ne avevo parlato con Fernando e Erica e che presto potrebbe diventare un bellissimo progetto realizzato dalla FEZ Film. Chissà… niente avviene mai per caso.

Aver incontrato nella mia vita persone come Fernando e Erica, mi porta ad assaporare ogni minima bellezza che la natura e la vita offre, sapendone carpire ogni sfumatura.

Con affetto e stima, Rita Vannuccini

20170312_163732 BAMBINI IRIS ORIGO 20170312_161617 20170312_155326 bis

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *